You know time is long, and life is short.

La senti mai quella strana eccitazione che ti prende nel basso ventre quando una canzone ti parla? La senti mai quella strana eccitazione, quando ti sussurra all’orecchio che potresti fare qualsiasi cosa? La senti mai quella strana eccitazione? Sì, quella che ti prende nel basso ventre, quella che proprio in quel momento ti fa sentire l’irresistibile frenesia di dover fare quel qualcosa. Non può aspettare. C’è qualcosa che devi fare e l’eccitazione non si spegne. E intanto le note si rincorrono l’una dopo l’altra e ti trascinano in un’altra dimensione: una strada deserta, il sole al tramonto che dona quella particolare sfumatura rossa all’aria tutta intorno. Passo dopo passo, nota dopo nota, i piedi impattano davvero con l’asfalto, lo senti al tatto. E’ come se lo sentissi sulla pelle il tepore del sole, è come se assaporassi il profumo del tramonto.

La senti mai quella strana eccitazione per la quale vorresti mostrare a tutti quel posto? Non importa come: imprigionandolo in una fotografia, scolpendolo con delle matite colorate, dipingendolo con l’inchiostro di una penna.

La senti mai?

You know time is long, and life is short.
Begin to live while you still can.
Believe in nothing, believe me,
Those who can be trusted can change their mind.
When the anxious is the present, unwrap your gifts, take your time.
Everything you imagine needn’t be stuck in your mind.

POST NUMERO 100. AUGURI!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...