Sex, drugs and Rock’n’roll

Un grande uomo è una nuova statua in ogni suo atteggiamento e in ogni sua azione.

Una bella donna è un quadro che fa diventare nobilmente pazzi tutti quelli che la contemplano.

La vita può essere epica oppure lirica come un poema o un romanzo.

R.W. Emerson – Arte (Saggi, seconda serie)

Ci sono volte in cui vorrei davvero che qualcuno mi chiedesse di restare, che coloro con cui sono stata bene non uscissero mai dalla mia vita. A volte no. A volte (nella maggior parte dei casi) semplicemente non siamo noi ad averne il controllo.

 Chi mi conosce bene sa che sono la donna degli opposti, delle contraddizioni: da un lato possiedo (o sono posseduta dal)la classica fissazione, tutta umana, della fotografa: questa insana mania di voler catturare l’attimo e rendere eterno ciò che non dura che per un istante; dall’altro sono assolutamente convinta di ciò che afferma il mio maestro, R.W. Emerson: cioè che l’uomo e la sua dinamicità siano la più meravigliosa opera d’arte mai creata dall’universo. Il problema – diceva – è che non siamo in grado di goderne e basta: vogliamo possedere, mordere, trattenere, lasciare a tutti i costi un segno.

E non a caso, non riesco a non considerare il sesso (quello con una certa dose di passione) come una cosa indescrivibile nella sua bellezza: un’opera d’arte in perenne divenire. La sua bellezza insita proprio nella perfezione degli incastri, nella danza dei corpi a cui dà vita, nell’impossibilità di renderla universale tanto da sentire la necessità di possedere, mordere, graffiare, di lasciare disperatamente un segno, tenersi stretti più a lungo possibile e con tutte le proprie forze. Perché, sì, non dura che un istante.

Pubblicato in: life

4 pensieri su “Sex, drugs and Rock’n’roll

  1. miononnoincarriola ha detto:

    Bel post.

    Però la foto mi ha fatto ricordare quel pomeriggio quando abbiamo provato quelle coroncine.
    Che tenere eravamo.

  2. blanconejo ha detto:

    per quel poco che ho sperimentato, alla lunga, ogni istante vissuto con consapevolezza è vissuto nel modo migliore. Il trattenere è parte della natura umana, la fotografia è la sua sublimazione per noi visivi. :*

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...